ONLINE GLI ATTESTATI DI PARTECIPAZIONE AL GIRO 2018

clicca sull'icona a fianco del tuo nome per scaricare l'attestato di partecipazione

29° GIRO PODISTICO

ISOLA D'ELBA
e dell'arcipelago toscano

Con il patrocinio del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano dei comuni interessati del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio

13-19 MAGGIO 2019

29° giro podistico dell'Isola d'Elba - 3° Memorial Angelo Re

NEWS

17-05-2012

Che spettacolo nella notte di Marina di Campo

Sei mesi dopo la tragica alluvione Marina di Campo rialza la testa e riparte di corsa attraverso la 3° tappa del Giro Podistico dell'isola D'Elba con la spettacolare gara in circuito sulla distanza di km 6,600.

"Marina di Campo è tornata a correre", ha  esclamato l'assessore allo sport Giusti, al termine della  3° tappa del 22° Giro Podistico dell'isola d'Elba.

Dopo il dramma originato dalla disastrosa alluvione del novembre scorso, l'encomiabile lavoro dei volontari, a cui  era dedicata la tappa, ha permesso di ritrovare l'antico splendore del centro storico diventato teatro della gara, attraverso il circuito da ripetersi due volte per complessivi km 6,600.

Una lunga volata a cinque ha deciso il verdetto che ha premiato il valtellinese Marco Leoni, davanti al ritrovato Andrea Gesi (reduce dalla caduta rovinosa di martedì) ed al modenese Tommaso Manfredini che conserva la maglia bianca Acqua dell'Elba  di leader della classifica generale.

Quarto assoluto e secondo della generale rimane il bresciano Davide Boroni, grazie alla vittoria Marco Leoni riconquista il terzo posto della generale, precedendo il marcianese Alessando Galizzi.

Tra le donne prima affermazione breitling replica ad opera della bresciana Monica Baccanelli, che rosicchia  42 secondi alla pratese Tiziana Giannotti che conserva la maglia di leader del giro.

Sempre più terza nella generale la veneta di Noale Ambra Vecchiato, sulla valdostana Enrica Perico.

Domani ore 9,30 nel ricordo dell'ex sindaco Franco Franchini, si torna a Rio Nell'Elba dopo un anno d'assenza, i km previsti diventano 12, così come le difficoltà e le sorprese.